Sistemi sottopensili per la cucina, quale scegliere? /

Viviamo in un’epoca in cui l’immagine è tutto, ma siamo abbastanza navigati per capire che ciò che si mostra con una foto è solo una realtà parziale e filtrata. Filtrata da chi la foto l’ha pensata, da chi l’ha scattata e da chi la recepisce. Questo articolo però non vuole essere un predicozzo sui social e sull’estremizzazione dell’estetica come valore, ma piuttosto un piccolo vademecum per aiutarti a scegliere il sistema sottopensile più adatto a voi, poiché a volte una foto non è sufficiente a mettere in luce determinate caratteristiche funzionalità.

Qual è la tua esigenza?

Partiamo dalla domanda più importante, perché stai cercando un sistema sottopensile? La motivazione più comune e anche la più ovvia, è la necessità di ottimizzare gli spazi. La cucina è sufficientemente grande ma rimane uno spazio vuoto inutilizzato che vuoi sfruttare al meglio per organizzare i tuoi utensili, spezie e piantine varie. Tuttavia c’è chi valuta l’idea di aggiungere un sistema sottopensile modulare perché non ha abbastanza pensili e ripiani e ha bisogno di un ulteriore piano di appoggio.

Infine per una questione estetica, hai scelto un rivestimento pregiato per lo schienale della cucina e non vuoi rovinarlo.

Sistemi sottopensili per chi ha poco spazio in cucina

Se hai una cucina piccola e desideri avere un ulteriore ripiano per riporre utensili e spezie, ti consiglio di valutare il sistema sottopensile Dama, una cremagliera completamente realizzabile su misura che ti consente di sfruttare al massimo lo spazio tra pensile e top. La cremagliera Dama può essere personalizzata con un’ampissima gamma di accessori quali mensole, vaschette di varie dimensioni, mensole portabottiglie, e portarotolo offrendoti il massimo della flessibilità.

Sistemi sottopensili per chi ha spazio in cucina da ottimizzare

Se il tuo problema non è la mancanza di spazio ma desideri sfruttarlo meglio, per cui hai una porzione di piano lavoro sgombra e ti farebbe comodo qualche ripiano in più, ti consiglio di valutare i sistemi Grid o Back. Il sistema sottopensile Grid poggia sul top e si fissa al pensile mediante i piedini girevoli alle estremità dei montanti che mettono in tensione la struttura senza il bisogno di praticare fori sul pensile o sullo schienale della cucina. Il sistema sottopensile Grid è modulare e personalizzabile con vari accessori da cucina, in aggiunta alla base sono presenti delle vaschette contenitori da utilizzare come portaspezie o porta piantine. Il pannello sottopensile Back invece, si fissa allo schienale della cucina, anche questo è completamente personalizzabile con vari accessori ma non è modulare, esistono 3 dimensioni e non si possono fare su misura.

Sistemi sottopensili per chi ha scelto rivestimenti pregiati

I sistemi sottopensile Hang ed UP a differenza di tutti i precedenti, sono sospesi, ovvero si fissano alla base del pensile in corrispondenza dei fianchi e scendono sopra il piano lavoro. Il vantaggio di queste strutture è duplice. Da un lato ti consente di sfruttare lo spazio compreso tra il pensile e il top lasciando però quest’ultimo libero da ingombri e dall’altro ti permette di lasciare lo schienale della cucina intatto.

La differenza principale tra Hang e Up è nella struttura perché il primo è progettato modulare per cui se si desidera più moduli questi sono uniti da un unico montante centrale. Up invece prevede un solo modulo cui ovviamente si può essere accostare un successivo avendo però due montanti consecutivi. Tuttavia, il sottopensile UP prevede la possibilità di scegliere la distanza dei traversi cosa che non è possibile con il sistema Hang.

Il sottopensile Grid infine, è una valida alternativa per chi non desidera forare neanche il pensile, infatti questa struttura poggia semplicemente tra pensile e top e non richiede l’uso di viti.

Per maggiori informazioni sui nostri sistemi sottopensili contattaci qui.

Tagged with: Progetti

Previous Post Next Post

0 Commenti

Non ci sono commenti ancora, fai il primo!

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione